Venerdì, 25 Maggio 2018

I RICONOSCIMENTI SARANNO ASSEGNATI NEL CORSO DELLA 113^ EDIZIONE DELLA STORICA RASSEGNA DI VERONAFIERE IN PROGRAMMA DAL 31 GENNAIO AL 3 FEBBRAIO 2018

Obiettivo agricoltura 4.0 per L’Informatore Agrario e Fieragricola con la seconda edizione del “Premio innovazione”. Durante la 113^ rassegna internazionale del settore primario, in programma a Veronafiere dal 31 gennaio al 3 febbraio 2018, saranno svelate e assegnate le ‘foglie dell’innovazione’, riconoscimento istituito dal settimanale specializzato e da Veronafiere, per valorizzare le innovazioni nel settore agricolo e già trasferite sul mercato a partire dal 1 gennaio 2017.

Le nuove tecnologie di miglioramento genetico riusciranno ad abbattere il muro dei pregiudizi e delle paure contro cui si sono fermati gli ogm?

La politica sta per lasciare ancora una volta il settore agricolo senza riferimenti in tema di rinnovabili.

Il clima è sempre più il nemico principale dei campi italiani, ma sono paradossalmente meno gli agricoltori che fanno ricorso alle polizze assicurative agevolate. Nell’ultima campagna il dato sui valori assicurati dovrebbe infatti diminuire del 10%, a cui si aggiungono le perdite nell’ultimo biennio di quasi il 20%. Una fuga dalle assicurazioni agricole che trae origine dalle nuove, mal digerite, regole di Bruxelles (Pac), dai cronici ritardi di pagamento delle pratiche risarcitorie e da un sistema informatico nazionale non all’altezza. Il focus sul ‘gelo’ tra assicurazioni e agricoltori è in primo piano oggi sul nuovo numero de L’Informatore Agrario. Secondo il settimanale, che rileva come oltre la metà della campagna 2015 non sia ancora stata liquidata, le organizzazioni agricole assieme ad Asnacodi (Associazione nazionale Condifesa) sono in pressing sul ministero delle Politiche Agricole e da tempo hanno indicato i punti su cui lavorare, basati sulla semplificazione del sistema e l’anticipo dei tempi di pagamento.

www.informatoreagrario.it

Edizioni L’Informatore Agrario, è la casa editrice, con sede a Verona, che da 70 anni offre un servizio di informazione e formazione agli imprenditori agricoli. Tre le testate di riferimento: il settimanale dedicato all’agricoltura professionale L’Informatore Agrario, il mensile per l’agricoltura part-time e hobbistica Vita in Campagna e MAD – Macchine Agricole Domani, dedicato al mondo della meccanica agraria, oltre a un ampio catalogo di libri e altri supporti multimediali su temi specializzati.

 Non è solo la raccolta di uve da vino (in calo del 15%-20% sul 2016) a preoccupare l’agricoltura italiana.

L'Ufficio europeo dei brevetti (Ueb) fa retromarcia sulla brevettabilità di piante ottenute da processi biologici (selezione e incrocio).

Il pezzo di Attilio Barbieri con l'analisi de L'Informatore Agrario sulle criticità relative alla Pac.

“A partire da ottobre di quest’anno erogheremo gli anticipi Pac 2017; sul Psr 2015 entro luglio avremo le procedure per gestire il 98% delle domande e a settembre potremo trattare il 97% delle 153 mila domande del Psr 2016”. È parte della replica - in primo piano da oggi sul settimanale L’Informatore Agrario - del direttore di Agea, Gabriele Papa Pagliardini, in merito alle critiche sull'efficienza dell’organismo pagatore nell’erogazione dei contributi per gli agricoltori.

“Sul tema della gestione dell’acqua serve un intervento super partes guidato dalla Protezione civile in una logica di sussidiarietà tra i soggetti interessati, tenendo conto che i territori rivieraschi dei grandi laghi, per motivi legati al turismo, sono contrari all’abbassamento del livello dell’acqua”. Lo ha detto a L’Informatore Agrario, nel numero in uscita oggi, il direttore dell’Anbi (Associazione nazionale bonifiche e irrigazioni), Massimo Gargano in relazione al deficit idrico che sta mettendo in ginocchio le campagne italiane.