Venerdì, 21 Settembre 2018

Rassegna stampa (94)

"Se le imprese italiane ed europee non avranno il coraggio e la capacità di affrontare diversamente questa congiuntura sanzionatoria, intraprendendo nuove strategie di business, il rischio sarà quello di lasciare sempre più quote di mercato alla Cina". Il punto di vista di Antonio Fallico, presidente dell'Associazione Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia, sulle sanzioni verso la Russia nell'articolo di Ilaria Pedrali su Libero di questa mattina.

 

Scarica il ritaglio completo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

"Dal 'made in Italy' al 'made with Italy' passando per uno scambio di competenze che faccia da volano all'export. Nonostante le sanzioni, le imprese piemontesi ci credono e guardano alla Russia come a un partner commerciale importante." Su La Stampa di oggi Claudia Luise affronta i temi discussi ieri a Torino durante il convegno 'Cooperazione economico-commerciale tra le città di Torino e San Pietroburgo', organizzato dalla città di San Pietroburgo e dal Comune di Torino, in collaborazione con l’Associazione Conoscere Eurasia, Intesa Sanpaolo e Banca Intesa Russia.

 

Scarica il ritaglio completo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

 

"La nuova forma di possesso soft, che in termini di mercato è cresciuta in 4 anni del 93%, è lo specchio del neopragmatismo degli italiani rispetto all'automotive. Oggi il vero lusso si chiama praticità". Luca Montagner, senior advisor di Quintegia, inquadra il fenomeno del car sharing nel pezzo di Daniele Sparisci su L'Economia del Corriere della Sera.

Scarica il ritaglio completo 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Tra poco si potrà acquistare non solo vino, ma anche parecchie altre specialità della tavola italiana su Absolute Italy Lifestyle, la struttura di e-commerce per promuovere l'agroalimentare made in Italy nei confronti dei consumatori cinesi, messa in piedi da Business Strategies e Shanghai Morning Post. L'offerta della "bottega" online si amplia con i prodotti targati Inalca Food & Beverage (Gruppo Cremonini). L'articolo di Antonio Castro di oggi su Libero.

 

Scarica il ritaglio completo

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn