Venerdì, 21 Settembre 2018

Comunicati stampa (294)

7 SU 10 NELLA CLASSE MEDIO-ALTA DELLE METROPOLI CINESI NON CONOSCONO I PRODOTTI ITALIANI

È la Ferrari (18%) il prodotto/brand di gran lunga più conosciuto dall’upper-class cinese, seguito da pasta (10%), Gucci (9%), Barolo e Fiat al 5% e Armani al 4%. Ma quasi 7 intervistati delle metropoli cinesi non sono in grado di citare alcun simbolo del made in Italy tra cibo, vino, moda, arredo e auto. Lo rivela un estratto dell’indagine dell’Osservatorio Paesi terzi di Business Strategies sul posizionamento del made in Italy in Cina condotta lo scorso giugno da Nomisma Wine Monitor su un campione di 2.000 cittadini dal reddito medio-alto residenti a Pechino, Shanghai, Canton e Hong Kong.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

I PIANI QUINTEGIA PER VITAMINIZZARE LE RETI DEL FUTURO

Torna a Milano l’Automotive Forum, l’appuntamento annuale con i medi e grandi dealer targato Quintegia in programma il prossimo 25 settembre allo Spazio Antologico – East End Studios. Sotto la lente, l’evoluzione del settore della distribuzione automobilistica, dalla crescita dei dealer all’organizzazione d’impresa e dal digitale agli showroom, per “vitaminizzare” il business dei concessionari. E ad analizzare “Il cambio di passo per i player auto”, come si propone il claim dell’evento, saranno proprio i top dealer italiani, un segmento che conta 50 grandi concessionari e che pesa per circa un quarto del mercato complessivo di auto nuove vendute, per un fatturato aggregato di oltre 13 miliardi di euro.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

FALLICO (PRES. CONOSCERE EURASIA E BANCA INTESA RUSSIA): IMPRESE CREDONO NEL BUSINESS CON RUSSIA NONOSTANTE SANZIONI

(Torino, 17 settembre 2018). Si avvicina a quota 309,6 milioni di euro l’export piemontese verso la Russia nel primo semestre 2018, in crescita del 6,7% sullo stesso periodo dello scorso anno e in controtendenza con il dato Italia che, tra gennaio e giugno, ha registrato invece una contrazione sul valore delle vendite verso Mosca pari al 4,6% (a/a). Secondo i dati Istat, elaborati e presentati dall’Associazione Conoscere Eurasia in occasione del seminario “Cooperazione economico-commerciale tra le città di Torino e San Pietroburgo” in corso oggi a Torino, il Piemonte si posiziona così al 4° posto (dopo Lombardia, Veneto e Emilia Romagna) nella classifica per export verso la Federazione Russa, con un saldo della bilancia commerciale in positivo che nel semestre si attesta sui 285,9 milioni di euro. Anche se in crescita (+16% a/a), gli acquisti di merce russa nella regione si sono infatti fermati a 23,7 milioni, portando l’interscambio russo-piemontese a 333,3 milioni di euro (+7,3% a/a).

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

DOMENICA 23 SETTEMBRE INAUGURAZIONE IN CANTINA A TORGIANO DELLA MOSTRA DI MASSIMILIANO MAMO DONNARI

Festeggia i colori e i profumi del vino il settembre di Montefalco e Torgiano, protagonisti con le Cantine Lungarotti di due weekend dedicati alla vendemmia e alle etichette del territorio. Si parte venerdì 14 con Enologica Montefalco (14-15-16 settembre - www.enologicamontefalco.it), l’evento annuale dedicato al Sagrantino che vedrà anche le migliori annate firmate dalla maison del vino umbra in degustazione al Chiostro di Sant’Agostino (dalle 11.00 alle 20.00) e in cantina a Turrita di Montefalco (dalle 11.00 alle 16.30). Qui, oltre ad un focus sull’importanza dei diversi tipi di calice, sarà in programma una degustazione alla cieca (su prenotazione, € 5,00 pax) per imparare a riconoscere i vini al naso e al palato.

Degustazioni, assaggi e raccolta dell’uva, ma anche arte, musica, storia e cultura sono gli ingredienti di Cantine Aperte in Vendemmia, “i giorni più belli dell’anno” ne La luna e i falò di Cesare Pavese festeggiati da Lungarotti con il Movimento Turismo del Vino il 22 e 23 settembre.
Si inizia sabato 22 con la cantina di Montefalco che aprirà le sue porte per un aperitivo a bordo vigna (ore 19.00) e una cena degustazione a base di prodotti tipici e di stagione (su prenotazione, €45,00 pax), dalla focaccia all’uva alle bruschette al tartufo, fino agli gnocchi al Sagrantino e al filetto di lattonzolo ai mirtilli. Un vero brindisi all’autunno, accompagnato dalla musica dal vivo, in cui non mancherà una visita alla cantina. Domenica 23 settembre, a incorniciare la trasformazione dell’uva in vino, il debutto da Lungarotti a Torgiano della mostra Pop art in cantina dell’artista materico perugino Massimiliano MaMo Donnari (inaugurazione alle 17.30), un tributo in chiave pop e contemporanea al genio e alla libertà di espressione, che rimarrà in esposizione fino al 29 settembre. In programma, dopo la visita in cantina (ore 17.00) e la presentazione della mostra, anche un brindisi in enoteca, mentre dalle 10 alle 17 sarà possibile visitare i Musei del Vino e dell’Olivo e dell’Olio e la cantina (su prenotazione).

 

Per info e prenotazioni:
Cantina Lungarotti Torgiano: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 075.9886649 (viale Giorgio Lungarotti, 2 Torgiano – Pg).
Cantina Lungarotti Turrita di Montefalco: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - 0742. 378868 (via del Boschetto, 1 Turrita di Montefalco - Pg).
Social: FB www.facebook.com/lungarotti/; TW @lungarotti e IG @lungarottiwine

 

 

 

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn