Martedì, 17 Luglio 2018

Comunicati stampa (277)

IN PROGRAMMA DAL 9 ALL’11 MAGGIO 15 SEMINARI SPECIALIZZATI GRATUITI

Apre domani l’edizione 2018 di Macfrut, la manifestazione di riferimento nazionale per il comparto ortofrutta in programma dal 9 all’11 maggio al Rimini Expo Centre. Organizzata da Cesena Fiera, per il 4° anno consecutivo Macfrut rinnova la partnership con L’Informatore Agrario con una collaborazione ancora una volta mirata a valorizzare l’innovazione e lo sviluppo del settore, a partire dai Macfrut Innovation Award (MIA) fino alla formazione tecnico professionale. Sono infatti 15 i seminari di approfondimento tenuti dagli esperti della storica casa editrice veronese in calendario nei 3 giorni della manifestazione. Dalle avversità emergenti a quelle climatiche, dall’orticoltura alla gestione degli alberi da frutto, il programma formativo specializzato punta ad accompagnare gli operatori del settore attraverso soluzioni innovative e pratiche, per una gestione sempre più sostenibile e redditizia.
Si parla quindi di varietà e di forme di allevamento innovative per l’albicocco e per il melo, con un focus sulla gestione a Guyot, ma anche delle opportunità del ceraseto pedonabile o di prospettive commerciali legate alla coltura del pero. E se non può mancare un focus sul melograno, protagonista di un vero e proprio boom di impianti, non si dimenticano i nemici storici come la grandine, una vera calamità per la produzione di kiwi. Spazio alle tecniche di fertirrigazione, fertilizzazione (con anche un approfondimento sulla concimazione fosfatica), e diserbo, ma anche all’utilizzo di sistemi di protezione individuale specifici per l’esposizione agli agrofarmaci o di biostimolanti contro lo stress delle orticole. Soluzioni sostenibili anche contro la Drosophila suzukii, il moscerino che attacca piccoli frutti, ciliegi e frutteti, e per il controllo della cimice asiatica (Halyomorpha halys) che da 4 anni minaccia le coltivazioni del pero.

Tutti i corsi sono gratuiti previa iscrizione attraverso il sito


Elenco completo dei premiati Macfrut Innovation Awards 2018

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

IL 25-26 MAGGIO L’INNOVAZIONE È SOSTENIBILE NELLA TERRA DEL PROSECCO

Prende il via dal 2° Forum macchine l’edizione 2018 di “Vite in Campo”, la manifestazione dedicata alle viticoltura innovativa e sostenibile organizzata da Condifesa Treviso con Consorzio di tutela Conegliano-Valdobbiadene Prosecco docg, Consorzio tutela Prosecco doc, Consorzio tutela vini Asolo Montello e con la collaborazione di Edizioni L’Informatore Agrario, in programma a Susegana (TV) i prossimi 25 e 26 maggio. A sfilare nelle terre del Prosecco, nei vigneti dell'azienda agricola Conte Collalto, infatti, saranno proprio le macchine e attrezzature presentate venerdì 4 maggio a Conegliano (TV) presso il Cirve (Centro interdipartimentale per la ricerca in viticoltura ed enologia).

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

MAZZONI, DIRETTORE IME: AGROALIMENTARE LOCOMOTIVA ECONOMIA MARCHIGIANA

(Jesi - AN, 5 maggio 2018). Taglio del nastro oggi per “IME Experience”, il polo multimediale dell’Istituto Marchigiano di Enogastronomia (IME) dedicato ai sapori e ai saperi delle Marche. Spazio alla didattica e all’esperienza sensoriale nelle 10 sezioni espositivo-multimediali disposte sui 3 piani di Palazzo Balleani a Jesi (An, via F. Conti 5) che vanno dal vino ai prodotti agroalimentari DOP e IGP, dalle pratiche biologiche alle ricette tradizionali, gli aneddoti e le storie della cultura enogastronomica marchigiana, per culminare con una sala degustazione nella quale i visitatori potranno scegliere tra 40 vini e una varietà di prodotti alimentari DOP e IGP.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

MARAMIERI (QUINTEGIA): COMPARTO TRAINO PER CONSUMI, NEL 2017 SPESA A +10 MLD DI EURO

Cala la fiducia dei concessionari nelle immatricolazioni di auto nuove per il 2018, secondo un sondaggio realizzato da Quintegia sui top 100 dealer italiani. Solo il 5% degli imprenditori prevede infatti un’ulteriore crescita delle immatricolazioni rispetto allo scorso anno, contro il 55% che stima contrazioni in media attorno al 5%. Ancora peggiore è il ‘sentiment’ sulle vetture diesel, che per il 95% degli intervistati subiranno una robusta diminuzione delle vendite.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn