Sabato, 20 Ottobre 2018

FORUM ECONOMICO DI SAN PIETROBURGO, CONOSCERE EURASIA GUIDA LA DELEGAZIONE ITALIANA

Mag 21, 2018

ECONOMIA, CULTURA E GUSTO NEL PROGRAMMA TRICOLORE DELLA DAVOS RUSSA

Conoscere Eurasia, l’organizzazione no profit con sede principale a Verona, insieme con la Fondazione Roscongress contribuisce a portare l’Italia al Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo (Spief, 24-26 maggio 2018) ed accelera la cooperazione nei settori attualmente più strategici per la domanda russa e per la ripresa di ‘un’economia della fiducia’ tra i due Paesi, oltre le sanzioni. Sono due le sessioni italiane in programma a San Pietroburgo, entrambe coorganizzate dall’associazione scaligera, partner del Forum.

Si inizia il 23 maggio (dalle 10.00 alle 11.30), il day 0 del Forum economico tradizionalmente dedicato alle piccole e medie imprese che ne anticipa l’apertura ufficiale, con il tavolo sulle “Tecnologie europee per aumentare la qualità della vita”. L’evento è promosso in collaborazione con l’Agenzia per lo sviluppo tecnologico della Federazione Russa e l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo. Tra i temi all’ordine del giorno, lo sviluppo indipendente di tecnologie innovative per una crescita economica compatibile con la qualità della vita; dalle tecnologie più performanti per la produzione di farmaci a quelle per la salubrità dell’aria, passando dal riciclo dei rifiuti industriali fino all’efficienza energetica e alle ultime applicazioni per la salvaguardia dell’ambiente. A discuterne saranno Giovanni Campice, azionista di maggioranza Shareholder Tomorrow Technology; Antonio Cianci, Ceo AM Technology e presidente Air Quality Alliance; Antonio Fallico, presidente Conoscere Eurasia e presidente Banca Intesa Russia; Viacheslav Makarov, head of R&D Wargaming.net; Sanal Ouchanov, direttore e capo dei servizi finanziari Accenture; Francesco Profumo, presidente Compagnia di San Paolo e presidente Fondazione Bruno Kessler; Maxim Shereykin, direttore generale Agency of Technological Development; Pasquale Terracciano, Ambasciatore d’Italia nella Federazione Russa; John Zhang, segretario generale International Technology Transfer Network (ITTN); Emanuele Zilio, responsabile commerciale FOR REC e moderati da Giovanni Mori, senior transformation manager Corporate & Investment Banking division Intesa Sanpaolo.
Il programma italiano, allo Spief, prosegue il 24 maggio con le principali aziende del ‘sistema Italia’ presenti nell’unica sessione tricolore del Forum economico internazionale. Alla tavola rotonda “Italia-Russia” (16.45-18.00) si confronteranno Marco Alvera, Ceo Snam SPA; Paolo Clerici, presidente del cda e ceo Coeclerici; Alessandro Decio, Ceo e general manager SACE; Fabrizio Di Amato, presidente Maire Tecnimont; Philippe Donnet, ceo e managing director Assicurazioni Generali; Antonio Fallico, presidente Conoscere Eurasia e presidente Banca Intesa Russia Pavel Fedorov, primo vice presidente Rosneft; Pasquale Terracciano, Ambasciatore d’Italia nella Federazione Russa; Marco Tronchetti Provera, ceo e vice presidente Pirelli & C SpA.
Per Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia: “Dialogo, diplomazia del business, delle regioni e comunità civili saranno ancora una volta gli archetipi della partecipazione italiana, guidata dalla nostra fondazione, a un Forum che sempre di più rappresenta l’hub strategico della nostra internazionalizzazione verso una domanda asiatica estremamente ricettiva del prodotto-Italia”.
Al Forum economico internazionale di San Pietroburgo in agenda anche la cultura e la cucina stellata italiana.
Grazie a Conoscere Eurasia, Intesa Sanpaolo, Banca Intesa Russia e la collaborazione di Roscongress e Spief, infatti, il cartellone delle iniziative culturali collaterali all’appuntamento economico che l’anno scorso ha radunato oltre 30mila aziende provenienti da tutto il mondo, prevede a chiusura della seconda giornata e dopo la sessione plenaria con il presidente della Federazione Russa, Vladimir Putin, il concerto del Coro del Teatro Regio di Torino che si esibirà con l’orchestra sinfonica Mariinskij, tra le più antiche istituzioni musicali russe, nel celebre teatro omonimo di San Pietroburgo, progettato dall’architetto italiano Alberto Cavos a metà dell’Ottocento (25 maggio, ore 19.00). Nel repertorio del coro del Teatro Regio di Torino, guidato da Andrea Secchi, alcuni tra i brani più famosi delle opere di Giuseppe Verdi, come l’ouverture del Nabucco e il Fuoco di gioia tratto dall’Otello. La direzione dell’orchestra è affidata a Alessandro Cadario.
Provengono invece dalla collezione d’arte di Intesa Sanpaolo le 3 icone russe che saranno in esposizione a San Pietroburgo al Museo Statale Russo, dalla vernice del 23 maggio fino al 25 giugno: “Cinque feste e santi” (Vologda, fine XV – inizio XVI secolo); “Primo Concilio Ecumenico di Nicea” (Novgorod, fine XV secolo) e “Natale di Cristo” (Novgorod, 1475 ca). La mostra è realizzata da Intesa Sanpaolo, Banca Intesa Russia, Museo Statale Russo di San Pietroburgo e Associazione Conoscere Eurasia.
Si parlerà piemontese nel ristorante dello Spief riservato ai politici e businessman presenti al Forum. “La stella d’Italia” sarà, infatti, il punto di ristoro all’insegna del made in Italy enogastronomico. A guidare la brigata di cucina, lo chef stellato Matteo Baronetto del ristorante ‘Del Cambio’ di Torino, che firmerà un menù di 6 portate: maki di quinoa e carne cruda; insalata piemontese, riso zafferano e limone; branzino e coda e uovo al tegamino e tartufo. Promosso da Comune di Torino, Ristorante Del Cambio, Banca Intesa Russia, Associazione Conoscere Eurasia, Roscongress e Spief, il ristorante ‘Stella d’Italia’ sarà attivo dal 23 al 26 maggio.

Share this post

Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn